di-segno bestiale

Pubblicazioni: DI-SEGNO BESTIALE, Arcangioli, Ranza, Zilio.

Libro d’arte e testi sugli animali creati da tre artisti contemporanei: Samuele Arcangioli, Stella Ranza, Angelo Zilio. Qui qualche curiosità.

“Animale” è dotato di “anima” e “arte” ha la stessa radice di “artiglio”.
Gli animali hanno affilato gli artigli sulla pietra: da quei solchi la linea per l’uomo.[…]  Definire l’anima nell’arte oltre la gabbia delle definizioni per aprire squarci più grandi nello zoo della vita.
Fuggiamo, torniamo, fuggiamo in compagnia del nostro bestiario.
LUCA TRAINI

Il Bestiario è un genere letterario medioevale ispirato alla concezione della natura come simbolo di verità più profonde, descrivendo animali fantastici e reali, ricerca in loro insegnamenti morali e religiosi travestendoli di allegorie.

Nel ‘Bestiario’ troviamo molti paradigmi della materia, della ricerca, dei contenuti; ritroviamo le ossessioni e le consolazioni degli autori, presenti nelle opere al momento iniziale della loro carriera e che riaffiorano nella maturità. Dai significati psichici di Jung e Hillman (Animali del sogno) fino a Clarissa Pinkola Estès (Donne che corrono coi lupi), l’elemento animale e bestiale si nasconde nell’ombra e riaffiora consapevole per mantenere il dato selvaggio e libero del nostro essere umani. Non ne possiamo fare a meno. Matericamente parlando, per i nostri Samuele Arcangioli, Stella Ranza, Angelo Zilio, questo nascondersi e riaffiorare avviene per via di segni e materiali, pigmenti e grafite, terre e colori. Ad uno sguardo d’insieme cogliamo subito che i tre artisti, ben circoscritti in ogni identità propria, hanno come comun denominatore proprio l’elemento del mondo animale. Tra tante opere, ispirazioni, prove, soggetti, nel ciclo e riciclo degli sviluppi estetici tornano tutti e tre sempre sul soggetto animale, bestiale, come una necessità, un rifugio, un picco da cui spiccare il volo.

SAMUELE ARCANGIOLI
L’abisso del tempo, la superficie del legno

Il bestiario di Samuele trasuda dal legno e, velo su velo colore, prende vita e forma di fantasmi concreti. Creature che sembrano nate da un lume di candela danzante. Le nervature alludono al latrato, al miagolio, verrà il canto del gallo, ma ogni presenza che affiora è ancora immersa in un profobdo silenzio pieno di stupore. il mistero è la vita e la sua riproduzione, in arte.

di-segno bestiale
Rimani aggiornato seguendo il mio blog, oppure se vuoi saperne di più sulle mie opere, contattami!